Chiamiamo allo sciopero per:

  • Aumentare i salari e l'occupazione con investimenti pubblici e riducendo l'orario di lavoro.
  • Reddito garantito per disoccupati e pensionati.
  • Abolizione del jobs-act e ripristino dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori.
  • Pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi e adeguamento al costo della vita.
  • Uguaglianza per i migranti per impedire la riduzione dei salari e peggiori condizioni di lavoro anche per noi.
  • Il diritto universale e pubblico alla salute, all'abitare, alla scuola, alla mobilità.
  • Ristabilire la democrazia nelle aziende rigettando l'accordo truffa del gennaio 2014 sulla rappresentanza.
  • Garantire a tutti il diritto di sciopero che, già limitato con norme e sentenze, si vuole impedire alle organizzazioni di base conflittuali.
  • Fermare le guerre e le spese militari a favore della spesa sociale. 

 

MANIFESTAZIONI: ROMA - ORE 10,30  IN VIA MOLISE 2 PRESSO IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E POI DELEGAZIONI VERSO IL MIISTERO DELLE FINANZE E A QUELLO DEI TRASPORTI. ALTRE MANIFESTAZIONI SI SVOLGERANNO A MILANO, NAPOLI E TREVISO.

 

 

Camera  dei Deputati ore 15,00 sala Aldo Moro - Roma Piazza Montecitorio.

Relatori prof. Cesare salvi e avv. Pino Marziale.

 

 

Per un quadro legislativo che garantisca ai lavoratori di scegliere liberamente da chi farsi rappresentare, agibilità alle organizzazioni che li rappresentano ai diversi livelli e ristabilisca il pieno diritto di sciopero.

 

 hthttp://www.cub.it/index.php/232-attivita/democrazia-e-r-s-u/11563-convegno-diritto-di-sciopero-e-rappresentanza-per-una-legge-democraticatp://www.cub.it/index.php/232-attivita/democrazia-e-r-s-u/11563-convegno-diritto-di-sciopero-e-rappresentanza-per-una-legge-democratica

 

 

 

IKEA. FLAICA: SABATO SCIOPERO E REGALI AZIENDALI IN BENEFICENZA

Sabato prossimo i lavoratori Ikea iscritti alla Flaica incroceranno le braccia e manifesteranno all’esterno del Centro commerciale Porta di Roma. Lo sciopero, che arriva il sabato precedente il Natale, è l’ultima in ordine di tempo delle azioni di protesta messa in piedi dalla Flaica per tutelare i lavoratori del colosso svedese. La decisione di inasprire ulteriormente le azioni di protesta è stata presa alla luce delle deludenti trattative sindacali al ribasso portate avanti nei mesi scorsi da Cgil, Cisl e Uil a seguito delle decisioni di Ikea su tre questioni fondamentali: domenicali e festivi; premio aziendale; premio di partecipazione. L’azienda propone di passare dalle maggiorazioni previste dal vecchio integrativo (70% per il domenicale e 120% per il festivo) a un nuovo sistema che parte da una maggiorazione del 30% e sale a seconda del numero di domeniche e festività lavorate dal singolo addetto. Ikea intende poi trasformare il premio aziendale attuale, ‘fisso’, in un premio variabile. E in più punta a introdurre, anche nel nostro Paese, l'Ikea Bonus Program che valuta parametri quali vendite, margini, produttività e risultato operativo.

Agecontrol. Flaica: Proficuo incontro lavoratori con parlamentari M5S

Una delegazione di lavoratori di Agecontrol, l’Agenzia istituita dalla Comunità Europea nel 1985 che si occupa dei controlli di conformità alle norme di commercializzazione nel settore degli ortofrutticoli freschi ai sensi della legge n.71/2005, iscritti al sindacato Flaica, accompagnati dal segretario provinciale di Roma, Giancarlo Desiderati, ha incontrato alcuni parlamentari del M5S.

MONDO CONVENIENZA. FLAICA: MINISTERO LAVORO VERIFICHERA’ RISPETTO CONTRATTO

 

Questa mattina una delegazione di lavoratori della catena Mondo Convenienza iscritti al sindacato Flaica sono stati ricevuti da funzionari del Ministero del Lavoro.